Report Open Access

Progetto RETRACE-3D - centRal italy EarThquakes integRAted Crustal modEl - Rapporto Finale

RETRACE-3D Working Group

Project leader(s)
Buttinelli, Mauro; Di Bucci, Daniela; D'Ambrogi, Chiara; Scrocca, Davide
Researcher(s)
Maesano, Francesco; Petracchini, Lorenzo; Basili, Roberto; Cara, Pierluigi; Castenetto, Sergio; Giuliani, Roberta; Salvi, Ilaria; Bigi, Sabina; Cavinato, Gian Paolo; Di Filippo, Michele; Messina, Paolo; Castaldo, Raffaele; De Novellis, Vincenzo; Pepe, Susi; Solaro, Giuseppe; Tizzani, Pietro; Anzidei, Marco; Bignami, Christian; Bonini, Lorenzo; Burrato, Pierfrancesco; Cheloni, Daniele; Chiappini, Massimo; Cinti, Francesca; De Gori, Pasquale; De Martini, Paolo Marco; Devoti, Roberto; Di Naccio, Deborah; Di Nezza Maria; Falcucci, Emanuela; Fracassi, Umberto; Galadini, Fabrizio; Gori, Stefano; Improta, Luigi; Kastelic, Vanja; Marchetti, Marco; Mariucci, Maria Teresa; Minelli, Liliana; Montone, Paola; Moro, Marco; Pantosti, Daniela; Pignatelli, Alessandro; Sapia, Vincenzo; Saroli, Michele; Tertulliani, Andrea; Tiberti, Mara; Vallone, Roberto; Vannoli, Paola; Villani, Fabio; Bonomo, Roberto; Calcaterra, Stefano; Congi, Maria Pia; Capotorti, Franco; Di Manna, Pio; Ferri, Fernando; Gambino, Piera; Marino Maurizio; Ventura, Renato

Il progetto RETRACE-3D (centRal italy EarThquakes integRAted Crustal modEl) è volto alla caratterizzazione tridimensionale, geologica e sismotettonica, del volume di crosta terrestre che a partire dal 24 agosto 2016 è stato interessato dai terremoti di Amatrice, Visso e Norcia, e dalla relativa sequenza sismica. Il progetto è il risultato di una collaborazione tra il Dipartimento della Protezione Civile, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), il Consiglio Nazionale delle Ricerche che partecipa con l’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria (CNR-IGAG) e l’Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente (CNR-IREA) e l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), con la collaborazione di Eni e Total, realtà private ma anch’esse parte del Servizio nazionale della Protezione Civile, che hanno messo a disposizione i propri dati di sottosuolo.

La finalità principale del progetto è stata ricostruire un quadro 3D di alta qualità della distribuzione dei diversi tipi di rocce nel sottosuolo in questa porzione di Appennino centrale e delle possibili sorgenti sismogenetiche presenti in quel settore di crosta terrestre.

Il progetto RETRACE-3D è stata un’occasione di lavoro multidisciplinare unica nel suo genere, alla quale hanno partecipato esperte ed esperti del Dipartimento della Protezione Civile e ricercatrici e ricercatori appartenenti ai Centri di Competenza del Dipartimento stesso, contribuendo al miglioramento delle conoscenze sui terremoti e ad una migliore valutazione della pericolosità sismica del territorio italiano.

I percorsi di lavoro seguiti e le collaborazioni sviluppate all’interno del progetto sono da considerarsi di valore confrontabile con i risultati scientifici ottenuti, e si intende sottolineare come esperienze positive e propositive come quelle realizzate nel progetto RETRACE-3D possano costituire, in futuro, uno standard di azione e interazione tra i singoli ricercatori di diverse Istituzioni scientifiche e gli esperti del Dipartimento della Protezione Civile, anche al di fuori delle fasi emergenziali e post-emergenziali di una sequenza sismica.

Il presente Rapporto finale è frutto dell’attività e dell’opinione degli autori. I contenuti non rappresentano necessariamente l’opinione generale delle istituzioni di cui i singoli autori fanno parte. La proprietà intellettuale dei risultati qui riportati è degli autori.

Sebbene sia stato fatto ogni sforzo possibile per integrare i dati disponibili, non viene fornita alcuna garanzia, esplicita o implicita, in merito all'accuratezza e all'affidabilità dei dati forniti in RETRACE-3D GEOMOD. Gli utenti sono invitati a considerare l'incertezza epistemica intrinseca di tale prodotto per ogni suo possibile utilizzo e a tenere conto che il modello ha una scala equivalente a 1:250.000. RETRACE-3D GEOMOD è stato progettato per analisi a scala regionale; per studi e utilizzi diversi, a scale più locali (dettaglio superiore alla scala 1:250.000), andranno previste da parte degli utilizzatori indagini locali e sito specifiche. Gli utenti sono invitati a considerare attentamente la natura e la scala del contenuto di RETRACE-3D GEOMOD prima qualunque utilizzo. Gli autori di RETRACE-3D GEOMOD non sono responsabili per utilizzi diversi da quelli dichiarati.

Files (12.3 MB)
Name Size
RETRACE-3D_Rapporto Finale.pdf
md5:89fc174c70e257f4ea627d24751b5618
12.3 MB Download
235
159
views
downloads
All versions This version
Views 235235
Downloads 159159
Data volume 2.0 GB2.0 GB
Unique views 183183
Unique downloads 142142

Share

Cite as