Journal article Open Access

Natura rationalis ut rationalis est: a proposito di una famosa tautologia di Gabriel Vázquez

Faraco Cintia


DataCite XML Export

<?xml version='1.0' encoding='utf-8'?>
<resource xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance" xmlns="http://datacite.org/schema/kernel-4" xsi:schemaLocation="http://datacite.org/schema/kernel-4 http://schema.datacite.org/meta/kernel-4.1/metadata.xsd">
  <identifier identifierType="DOI">10.5281/zenodo.570282</identifier>
  <creators>
    <creator>
      <creatorName>Faraco Cintia</creatorName>
      <affiliation>Italia, Università degli studi di Napoli Federico II</affiliation>
    </creator>
  </creators>
  <titles>
    <title>Natura rationalis ut rationalis est: a proposito di una famosa tautologia di Gabriel Vázquez</title>
  </titles>
  <publisher>Zenodo</publisher>
  <publicationYear>2017</publicationYear>
  <subjects>
    <subject>suapte natura</subject>
    <subject>natura razionale</subject>
    <subject>imperium</subject>
    <subject>electio</subject>
  </subjects>
  <dates>
    <date dateType="Issued">2017-05-01</date>
  </dates>
  <resourceType resourceTypeGeneral="JournalArticle"/>
  <alternateIdentifiers>
    <alternateIdentifier alternateIdentifierType="url">https://zenodo.org/record/570282</alternateIdentifier>
  </alternateIdentifiers>
  <rightsList>
    <rights rightsURI="https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/legalcode">Creative Commons Attribution 4.0 International</rights>
    <rights rightsURI="info:eu-repo/semantics/openAccess">Open Access</rights>
  </rightsList>
  <descriptions>
    <description descriptionType="Abstract">&lt;p&gt;La natura è razionale poiché passa attraverso il filtro della ratio e si produce in calcoli raffinati tali da disegnare una realtà ordinata, dove ogni cosa trova il suo posto per se stesso e rispetto alle altre cose. In una rinnovata prospettiva di rigidità dell’ordine delle cose e non permissiva di rotture, ci troviamo di fronte a una ragione che assume il duplice valore di “regolo a priori” quando si trova “nelle mani” dell’intelletto speculativo e di “regolo a posteriori” quando si trova “nelle mani” dell’intelletto pratico, finendo, in quest’ultimo caso, per divenire ragione pratica, ovvero ragione che risolve cose pratiche. La natura razionale dell’uomo è la stessa natura razionale. Ogni essere ne è dotato per la propria realizzazione personale; in modo tale che il “bonum” è interno all’uomo, perché questo è razionale, e per questo motivo è detto “bonum morale”. Essa, dunque, non è un parametro astratto e generale da intendersi come specie comune a tutti gli uomini, ma è qualcosa di specifico che si immerge totalmente nelle circostanze che l’uomo vive.&lt;/p&gt;</description>
  </descriptions>
</resource>
11
10
views
downloads
All versions This version
Views 1111
Downloads 1010
Data volume 3.0 MB3.0 MB
Unique views 1111
Unique downloads 1010

Share

Cite as