Conference paper Open Access

Un modello DAMA in stile agile: la proposta di Paesaggiaperti.org

Corsato, Luca; Crisci, Alfonso; Magli , Massimiliano; Georgiadis, Teodoro


Dublin Core Export

<?xml version='1.0' encoding='utf-8'?>
<oai_dc:dc xmlns:dc="http://purl.org/dc/elements/1.1/" xmlns:oai_dc="http://www.openarchives.org/OAI/2.0/oai_dc/" xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance" xsi:schemaLocation="http://www.openarchives.org/OAI/2.0/oai_dc/ http://www.openarchives.org/OAI/2.0/oai_dc.xsd">
  <dc:creator>Corsato, Luca</dc:creator>
  <dc:creator>Crisci, Alfonso</dc:creator>
  <dc:creator>Magli , Massimiliano</dc:creator>
  <dc:creator>Georgiadis, Teodoro</dc:creator>
  <dc:date>2018-04-18</dc:date>
  <dc:description>Paper proposto https://www.eventi.garr.it/it/conf17

Titolo

Un modello DAMA in stile agile: la proposta di Paesaggiaperti.org

Autori

Luca Corsato [1] , Alfonso Crisci [2], Massimiliano Magli [3] , e Teodoro Georgiadis [4].

Affiliazione

[1] opensensorsdata srl (OSD), Via D. Manin 60, Venezia, Italia luca@osd.tools

[2] Istituto di Biometerologia, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Firenze, Italia a.crisci@ibimet.cnr.it

[3] Istituto di Biometerologia, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Bologna, Italia m.magli@ibimet.cnr.it

[4] Istituto di Biometerologia, Consiglio Nazionale delle Ricerche,Bologna, Italia t.georgiadis@ibimet.cnr.it

Sommario

Con l’avvento degli strumenti digitali, all’attuale prassi scientifica nei vari domini della conoscenza ha corrisposto una grande produzione di dati e/o di prodotti intermedi di ricerca. Questi dati sono beni, che possono diventare bene comune, e si ottengono dai normali processi di inferenza come le simulazioni modellistiche, le misurazioni da monitoraggi e da esperimenti. Tali dati sono la matrice su cui poi il ricercatore o il tecnologo finalizza il suo lavoro con una pubblicazione. Le dinamiche offerte dal rilascio di dati aperti mutuati dai progetti collaborativi aperti - generalmente considerati fuori dagli ambiti scientifici canonici che seguono il panorama delle licenze aperte (Creative Commons, GPL ed altre ancora) - producono un ulteriore grado di libertà alla produttività di dati digitali scientifici. Il problema del riconoscimento a chi produce i dati e l’attivazione al riuso di queste risorse è oggi oggetto di dibattito. Questa comunicazione vuole descrivere la proposta operativa per un impianto di Data Management Plan denominata ”Paesaggiaperti.org” frutto di una partnership tra ricerca e impresa, che utilizza risorse allo stato dell’arte del mondo ”open-source”. Tale impianto è applicato al vasto dominio di conoscenza afferente al paesaggio,permettendone il rafforzamento dell’informazione qualificata come punto di resilienza per fronteggiare i recenti cambiamenti antropici e climatici.

Web repository: https://paesaggiaperti.org/paesaggiaperti/Paper_GARR_2017</dc:description>
  <dc:identifier>https://zenodo.org/record/1220069</dc:identifier>
  <dc:identifier>10.5281/zenodo.1220069</dc:identifier>
  <dc:identifier>oai:zenodo.org:1220069</dc:identifier>
  <dc:language>ita</dc:language>
  <dc:relation>doi:10.5281/zenodo.1220068</dc:relation>
  <dc:rights>info:eu-repo/semantics/openAccess</dc:rights>
  <dc:rights>https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/legalcode</dc:rights>
  <dc:subject>data management, DOI, git, open data , reuse&amp;share framework,open data,gitea, paesaggiaperti.org</dc:subject>
  <dc:title>Un modello DAMA in stile agile: la proposta di Paesaggiaperti.org</dc:title>
  <dc:type>info:eu-repo/semantics/conferencePaper</dc:type>
  <dc:type>publication-conferencepaper</dc:type>
</oai_dc:dc>
62
70
views
downloads
All versions This version
Views 6262
Downloads 7070
Data volume 13.4 MB13.4 MB
Unique views 5959
Unique downloads 5454

Share

Cite as